Torna all'elenco
Mappa

Chiesa di S. Giovanni Calibita, la storia

Home

E’ certamente una delle chiese più neglette della città, sebbene risulti uno dei più preziosi esempi di architettura sacra “minore” del ‘700, inserita com'è nel grande complesso ospedaliero del Fatebenefratelli all'isola Tiberina. Costruita sull’antico tempio di Giove, viene ricordata fin dal 1018. Ricostruita nel 1640 ebbe una nuova facciata nel 1741 e il campanile in “stile” nel 1930. Nel ‘500 riceve l’attuale nome derivante probabilmente dal greco kalybe che significa piccola capanna, in onore dell’eremita Giovanni che viveva in un misero tugurio. Era un monaco “acèmeta”, ossia insonne perché pregava ininterrottamente. Dal 1548 la chiesa è concessa ai frati seguaci di Giovanni di Dio che andavano gridando per la città “fate bene, fratelli, per l’amore di Dio”, che vi costruirono il loro ospedale.