Torna all'elenco delle chiese
Mappa

 S. Santa Maria in Campo Marzio, la storia

Home

Altra chiesa romana pressoché sconosciuta e "spaesata" in una delle più frequentate zone del centro storico. Se ne può vedere il fianco scendendo da via degli Uffici del Vicario verso piazza di Campo Marzio. La chiesa ha origine antichissima, risalendo all'VIII secolo, quando, secondo la tradizione, vi si stabilirono delle monache basiliane provenienti da Costantinopoli, in fuga dalle persecuzioni iconoclastiche, fondando un monastero che, passato nei secoli successivi alle benedettine, divenne uno dei più importanti ed autorevoli della città, estendendosi man mano a coprire tutta l'area dell'attuale isolato. La chiesa attuale è frutto di una ricostruzione effettuata nel 1668-1685 da Giovanni Antonio de Rossi, che realizzò anche il cortile antistante. Chi si trova in piazza Campo Marzio noterà l'elegante volume della chiesa che sporge al di sopra del recinto dell'ex convento, ora occupato da negozi al pianterreno. Alla chiesa si accede entrando dal numero 45/a, che conduce nel bel cortile del de Rossi, dalla pianta a tau, che, oltre a dare illusionisticamente un'aria di maggior ampiezza, costituisce una suggestiva oasi di pace difficilmente immaginabile, all'interno di una delle zone più caotiche della città.