Torna all'elenco delle chiese
Mappa

Chiesa di S. Salvatore in Lauro, storia

Home

Nota fin dal 1177 , la chiesa fu riedificata nel 1449 . Nel 1591 venne completamente distrutta da un furioso incendio che lasciò intatto il convento adiacente. Fu nuovamente ricostruita nel 1594 su disegno di Ottaviano Mascherino, ma completata soltanto nel 1734 da Ludovico Rusconi Sassi. La facciata in travertino, una tarda opera di architettura purista neoclassica, fu aggiunta nel 1862 da Camillo Guglielmetti e costituisce uno splendido esempio di architettura ottocentesca a Roma. Sopra la trabeazione lo stemma di Pio IX, e più in alto un bassorilievo raffigurante il trasporto della casa della Madonna da Nazareth a Loreto, opera matura di Rinaldo Rinaldi. A fianco della chiesa si trova, incassata nel muro, una fontanella da cui emerge una non ben definibile figura antropomorfica, sormontata da un’iscrizione latina del 1579 che fa riferimento alla fontana del Lupo che stava in Campo Marzio, e all’acqua Vergine voluta dal “pio drago”, che poi è il drago dello stemma Boncompagni.