La grande Moschea di Roma

La Moschea di Roma sorge nella zona nord della città, ai piedi dei Monti Parioli, nella zona dell'Acqua Acetosa ed è sede del Centro Culturale Islamico d'Italia.Fu inaugurata il 21 giugno 1995 e il progetto fu curato dagli architetti Paolo Portoghesi, Vittorio Gigliotti e Sami Mousawi che diressero i lavori, durati oltre vent'anni, finanziati da re Feysal dell’Arabia Saudita. È la più grande Moschea d'Europa, sorge su 30.000 m² di terreno e può ospitare fino a 12 000 fedeli e nei giorni di principale festività, come la Festa del Sacrificio, un afflusso di circa 30.000 – 40.000 fedeli. La moschea fornisce, oltre che un punto d'aggregazione e di riferimento in campo religioso, anche servizi culturali e sociali variamente connessi all'appartenenza alla fede islamica: celebrazione di matrimoni, assistenza per i funerali, esegesi, convegni, e molto altro. È opera dell'architetto Paolo Portoghesi.Nella struttura, fortemente integrata nel verde circostante - da cui emerge, ma senza attriti - colpiscono il mix tra pensiero moderno della struttura e linee curve onnipresenti (la grande sala di preghiera richiama indubbiamente una foresta - o un'oasi, con le sue colonne a tre steli), l'uso della luce per creare un clima meditativo, e l'utilizzo di materiali che generano colori tipicamente romani, come il travertino e il cotto rosato. L'apparato decorativo, assai discreto nell'ampiezza dello spazio che lo contiene, è costituito da ceramiche invetriate di colori delicati.

INFORMAZIONI
Indirizzo: Viale della Moschea, 85

Orario visite: Il mercoledì e il sabato dalle 9.00 alle 11.30

Galleria fotografica

Cliccare sulle lapidi per ingrandirle

Torna alla pagina iniziale

Home Page