<<<   Chiesa della Martorana   Foto  1/21   Home >>>

La Chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio, meglio conosciuta come Chiesa della Martorana, è un gioiello di straordinaria bellezza, forse la più bella di tutta la Sicilia, ed è un simbolo perfetto della fusione di diversi stili artistici. Fu fondata nel 1143 da Giorgio d’Antiochia, ammiraglio di Ruggero II, un ufficiale siriano di culto bizantino che la volle dedicare alla Madre di Dio per ringraziarla della protezione che gli aveva concesso nella sua lunga vita militare sui mari. L’interno è a croce greca inscritta in un quadrato, con i bracci della croce coperti a botte e gli ambienti sulle diagonali coperti da volte a crociera. Preziosissimo è l’apparato musivo, il più antico di tutta la Sicilia, portato a compimento da maestranze bizantine prima del 1151, data approssimativa della morte del committente ed in gran parte sopravvissuto alle successive manomissioni. . Le scene riproducono il Cristo con i quattro arcangeli e i patriarchi. Su tutte, sulla sommità della cupola, svetta il “Cristo Pantocratore” , una raffigurazione tipica dell’arte bizantina, con il Cristo benedicente circondato da quattro angeli prostrati in adorazione ai suoi piedi. Splendida è la pavimentazione policroma a mosaici e tarsie marmoree. Il ciclo di mosaici di questa chiesa - punto di riferimento per i fedeli albanesi di rito greco-bizantino - è il più antico di tutta la Sicilia